Temporanea accoglienza? Famiglie d'appoggio

Una forma di accoglienza che offre una flessibilità maggiore rispetto all'affido vero e proprio è la “disponibilità ad aiutare e/o ospitare un bambino che si trova ad affrontare un disagio famigliare” ma con orari limitati , in base alle esigenze del minore e della disponibilità della famiglia che lo accoglie.

Un importante risorsa sono le “FAMIGLIE D'APPOGGIO”, famiglie che dedicano alcune ore della giornata o della settimana all'accoglienza ( prendendosi cura per periodi limitati) di bambini che vivono importanti problematiche nella famiglia d'origine, coinvolgendoli in varie attività come aiuto per i compiti, giochi, ospitarli nel fine settimana etc.. ; la famiglia d'appoggio diventa “punto di riferimento” e sostegno per la famiglia d'origine e il minore.

Offrire vicinanza e aiuto può essere fondamentale per la famiglia d'origine per fare il primo passo verso una gestione migliore della quotidianeità e prevenire così l'allontanamento del minore.


  • Condividi

Altre Notizie Blog


L'ora della merenda

L'ora della merenda

Abbiamo pensato di dare semplici consigli ai genitori, consigli riguardanti l'alimentazione, lo sport, la salute, il gioco.

Temporanea accoglienza? Famiglie d'appoggio

Temporanea accoglienza? Famiglie d'appoggio

Una forma di accoglienza che offre una flessibilità maggiore rispetto all'affido vero e proprio è la “disponibilità ad aiutare e/o ospitare un bamb

Stili di attaccamento e strategie adattive nel bambino in affido

Stili di attaccamento e strategie adattive nel bambino in affido

Sulla base degli esperimenti condotti negli anni’70 dalla psicologa canadese Mary Ainsworth, allieva di Johh Bowlby, padre della teoria dell’attacc

Il ruolo delle prime esperienze infantili di accudimento

Il ruolo delle prime esperienze infantili di accudimento

Nel 1951 John Bowlby, psicanalista britannico, presentò all’OMS una relazione sulle cure materne e la salute mentale del bambino in cui definiva la